Il Blog di Paolo Sammicheli

Sesso, Ubuntu e Rock and Roll!

ISO Testing all’Ubuntu Global Jam Bootcamp

Posted by Paolo Sammicheli su 27/03/2011

Il weekend prossimo ci sarà il Global Jam e anche la comunità Italiana parteciperà via IRC con iniziative di traduzione. Per aiutare tutti i LoCo Team ad organizzare il loro evento è stato organizzata una giornata di lezioni (in Inglese) su IRC: L’Ubuntu Global Jam Bootcamp.

Personalmente condurrò la sessione relativa all’ISO Testing che si terrà nel canale #ubuntu-classroom alle 23:00 ora italiana (21.00 UTC). Parleremo di ISO Testing, dei LoCo Testing Team e del nuovo programma di Test dei Laptop.

Non mancate! 🙂

Annunci

Posted in Uncategorized | Leave a Comment »

Ubuntu Party Italia: atto 1, il sopralluogo.

Posted by Paolo Sammicheli su 14/03/2011

Questo fine settimana sono andato a Schio. Insieme a me c’erano Milo, Silvia e Dario, che faceva gli onori di casa. Dopo un’ottima pasta al ragù a casa di Dario, abbiamo passato il pomeriggio in compagnia di Tania, del Comune di Schio. Abbiamo visitato la location che il Comune di Schio metterà a disposizione per organizzare il primo Ubuntu Party Italiano. La data fissata è il 30 Aprile – 1 Maggio per due motivi:

  • negli stessi giorni a Schio si svolge il Festival della Città Impresa. Quest’anno dal titolo “far viaggiare le idee
  • è il weekend dopo il rilascio di Natty Narval, quindi festeggeremo anche la nuova release di Ubuntu.

La location

Il posto che il Comune mette a disposizione è fantastico! Si tratta del Palazzo Toaldi Capra. C’è la sala principale che può ospitare oltre 100 persone e ci sono altre 2 sale da circa 30 persone perfette per seminari e install fest. Sul retro del palazzo c’è una struttura simile ad un piccolo anfiteatro che, pioggia permettendo, potrebbe essere perfetto per attività all’aperto e perché no, anche un concerto la sera. 🙂

I temi

In analogia al più rinomato Ubuntu Party di Parigi, vorremmo che l’Ubuntu Party fosse il contenitore per il tema della “Cultura Libera”. Assieme ad alcuni esponenti del Lug locale abbiamo provato ad elencare possibili temi:

  • Ricondizionamento vecchi PC con Software Libero
  • Wikipedia / Wikimedia
  • Creative Commons
  • Open Street Map
  • Internet per genitori
  • Didattica con Software Libero
  • Lighting talks di StartUp che hanno basato la loro fortuna sul Software Libero
  • ecc.

In aggiunta ai temi che poterà la comunità Ubuntu:

  • Introduzione ad Ubuntu ed al Software Libero
  • Come partecipare alla comunità Ubuntu
  • Ubuntu e gli “opportunistic programmer”: realizza il tuo progetto software con Ubuntu!
  • Il ruolo delle Donne nel Software Libero
  • 10 miti da sfatare intorno ad Ubuntu
  • e tanti, tanti altri 😉

Il Festival

Negli stessi giorni, all’interno dell’Ex Lanificio Conte, a pochi minuti a piedi dal Palazzo Toaldi Capra, si volgerà il Festival della Città Impresa. In quell’evento avremo uno slot per un intervento, che verrà affidato al Prof. Renzo Davoli, presidente dell’Associazione per il Software Libero.  Nella stessa giornata è prevista la presenza di Jack Dorsey, il creatore di Twitter. Sicuramente un evento molto interessante.

La cena

Dopo la riunione pomeridiana abbiamo cenato in un’ottima pizzeria in compagnia di una rappresentanza di diversi LUG della zona. Veramente una serata molto piacevole!

Tutti i dettagli sull’organizzazione verranno riportati nella pagina wiki dell’evento, se pensate di partecipare segnatevi nella LoCo Directory!

Stay tuned!

Posted in Uncategorized | 1 Comment »

Riunione del Gruppo Sviluppo

Posted by Paolo Sammicheli su 16/02/2011

Lunedì 21 febbraio 2011 alle ore 21 si terrà la riunione IRC (Internet Relay Chat) del Gruppo Sviluppo di Ubuntu-it. Come di consueto, la riunione si svolgerà nel canale #ubuntu-it-meeting su Freenode ed avrà il seguente ordine del giorno:

  • Analisi della situazione attuale del Gruppo
  • Definizione di nuove attività di sviluppo
  • Varie ed eventuali

La riunione è aperta a tutti ed il log sarà successivamente pubblicato nelle pagine del gruppo per coloro che non potranno partecipare. Se non avete installato un client IRC nel vostro desktop Ubuntu, potete scoprire come installarlo guardando lo Screencast del Gruppo Promozione.

Se invece non potete installare programmi, potete utilizzare anche la webchat di Freenode. Qui l’annuncio ufficiale.

Vi aspettiamo!

Posted in Ubuntu-it | Leave a Comment »

Ubuntu@Fermo!

Posted by Paolo Sammicheli su 24/01/2011

La scorsa settimana abbiamo organizzato una conferenza, nella pittoresca Fermo, intitolata Ubuntu@Fermo. Andrea Colangelo ha organizzato ogni piccolo particolare ed il weekend è stato semplicemente perfetto.

L’evento si svolgeva in un centro conferenze gestito dal Comune realizzato in una chiesa sconsacrata, veramente una location fantastica!

Durante il pomeriggio abbiamo parlato del progetto Ubuntu e di come partecipare, del progetto Ubuntu Women, dell’opportunistic development in Ubuntu e Andrea Colangelo ha tenuto un fantastico Talk intitolato “Debunking Ubuntu myths”, sfatiamo i miti di Ubuntu!

Un ringraziamente a Canonical per averci regalato la tovaglia e lo striscione, che sono arrivati esattamente in tempo per la conferenza, e per i gadget del Conference Pack:

Ulteriori foto disponibili su:

Veramente una conferenza fantastica!

Posted in Advocacy, Evento, Ubuntu-it | Leave a Comment »

To apologize HowTo

Posted by Paolo Sammicheli su 20/01/2011

Chi mi conosce sa che faccio volontariato fin da adolescente. Una cosa che ho notato un po’ ovunque è che buona parte delle persone non sanno scusarsi. Ho notato questa cosa principalmente nel mondo del volontariato, semplicemente perché nel mondo del lavoro si usa molto di più fare finta che non sia successo niente, piuttosto che ammettere di aver sbagliato. Ma questo è tutto un altro discorso.

C’è un bel post di un paio di anni fa del nostro CTO Matt Zimmerman riguardo lo scusarsi ed ho trovato che esiste addirittura anche una voce wikipedia sulla “Non-apology apology“.

Anche in Ubuntu, nonostante codici di condotta e tante buone intenzioni, capita ciclicamente qualcuno che “chiede scusa senza scusarsi“.

Ma come si fa a scusarsi veramente? Tra quelle che ho trovato fin ora, la migliore ricetta è quella di Randy Pausch nel suo Last Lecture. Chi non l’ha mai visto si prenda subito un ora di ferie e lo guardi immediatamente. Ci sono anche i sottotitoli per chi non conosce molto l’inglese e si trova traduzione della sua lezione anche in Italiano. È uno dei talk più profondi e commoventi che abbia mai visto. A chi conosce a sufficienza l’inglese consiglio di comprare anche il libro.

The Last Lecture Cover- Randy Pausch

Randy spiega che scusarsi è composto da tre fasi.

1) I’m sorry / I feel badly that I hurt you
Mi dispiace per quello che ho fatto. Mi dispiace averti ferito/offeso/ecc. È la prima fase dello scusarsi, dichiarare che l’aver fatto qualcosa di male all’altro ci fa male a nostra volta. Scusarsi vuol dire come prima cosa chiedere il perdono per poter ricucire lo strappo in quanto la cosa ferisce entrambi.

2) It was my fault / what I did was wrong
È stata colpa mia. Ammettere limpidamente che aver fatto quell’azione/aver detto quella cosa era sbagliato. Inserire motivi di attenuante dell’errore o peggio “non l’ho fatto apposta” è assolutamente inappropriato. La parte offesa ha subito gli effetti della vostra azione e non è particolarmente sollevata né interessata ai motivi che hanno portato ad essa. Per i numerosi esempi di scuse sbagliate consultate il blog post di Matt.

3) How do I make it right? / How do I make you feel better?
Posso fare qualcosa? Come posso riparare? Dichiararsi disponibile a fare qualcosa è l’ultimo passo. Bisogna essere sinceri in questo e non bluffare. Se non si è dispiaciuti veramente non sarete disponibili a riparare all’offessa arrecata, perché a volte costa riparare ad un offesa. Ma occorre adoperarsi per riparare allo sbaglio, altrimenti non ci si è scusati veramente.

Ma sopratutto occorre prendere coscienza che tutti sbagliamo e che è facile far del male agli altri. Ma questo non vuol dire che allora è naturale offendere le persone e siamo quindi autorizzati a far finta di nulla, significa che scusarsi sinceramente è una cosa naturale di cui non vergognarsi.

Chiedere scusa nobilita l’uomo e le persone vere non hanno vergogna di scusarsi.

Posted in Ubuntu-it | 2 Comments »

Un nuovo blog

Posted by Paolo Sammicheli su 18/01/2011

Ho deciso di spostare su wordpress anche il mio Blog in Italiano, lasciando su Ipernity soltanto le foto, almeno per il momento.

Stay tuned! 🙂

Posted in Ubuntu-it | 2 Comments »